X° Rassegna della Microeditoria Italiana. L’uomo, la crisi e la solidarietà

Il 9, 10,11 novembre torna a Chiari il festival dedicato a piccoli editori e grandi lettori

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Giunta alla X° edizione, torna la rassegna omaggio alla Microeditoria Italiana, per tre giorni intensi, dedicati alla cultura e al piacere della lettura.

Sotto la supervisione di Daniela Mena, il 9, 10 e 11 novembre a Chiari, nella suggestiva atmosfera della Villa Liberty Mazzotti Biancinelli,  verrà riproposta la rassegna che come ogni anno può vantare forti presenze – ricordiamo le 10.000 registrate nella precedente edizione - questa volta con il titolo Il vento dello spirito: ripartiamo dall'uomo, un filo conduttore che animerà il dibattito, per riflettere sulle tematiche di crisi, solidarietà e decrescita felice, alla presenza di ospiti illustri.

Il piccolo borgo medievale del brescianodiviene così, ancora una volta, un luogo privilegiato d’incontro dove il mondo vivace e stimolante di chi fa l'editore per passione, dedicando ad ogni edizione impegno e tempo senza misura, emerge in tutta la sua operosa creatività.

Se questa categoria viene definita micro per l'entità della sua produzione, è in realtà grande la qualità dei prodotti, orientati quotidianamente a soddisfare anche il lettore più esigente, che chiede di leggere al di fuori di logiche puramente commerciali.

Come sempre, saranno presenti numerosi ospiti, tra questi il conduttore Daniele Bossari e il biblista e teologo Paolo De Benedetti, in un weekend ricco di occasioni per confrontarsi e dibattere grazie alla partecipazione di autori ed editori.

Tra gli appuntamenti, il racconto diStefania Rossini, blogger, autrice e casalinga bresciana di 37 anni, mamma di tre bimbi che dalla sua esperienza ha tratto gli spunti necessari per la stesura del libro Vivere in 5 con 5 euro al giorno,  manifesto e corso di sopravvivenza per quanti, in tempo di crisi, cercano di risparmiare ed essere felici, pubblicato da Età dell'Acquario Edizioni.

Inoltre, sono due gli spazi da ricordare firmati da Chiarelettere, dove si confrontano società civile e religiosa: la presentazione de Il culo e lo stivale di Oliviero Beha, dedicato all’analisi spietata e irriverente della nostra contemporaneità e Ora et labora di don Virginio Colmegna, un testo di rottura che racconta la Chiesa meno visibile e la quotidianità dei centri di accoglienza e di tutti gli spazi che, in questo momento di crisi, danno sostegno anche a molti italiani.

La proposta della rassegna in questa edizione 2012 è di apertura verso riflessioni e nuove opportunità, come l’interazione con nuovi interlocutori - messa in atto ad esempio da Acar edizioni, orientata al mercato slovacco - ma anche la ricerca di una maggiore cooperazione e condivisione nell’ambito dell’economia solidale e sostenibile, dove al centro viene posto l’uomo.

In chiusura, infine, l’editoria incontra la musica, con Histoire du soldat, un’opera da camera interpretata da Luca Micheletti e altri otto musicisti diretti da Angelo Bolciaghi, una storia da leggere, recitare e danzare  presente su libretto in francese di Charles-Ferdinand Ramuz, composta da Igor Stravinskij nel 1918.

La Rassegna è stata curata dall'Associazione Culturale l'Impronta, in collaborazione con il Comune di Chiari e il patrocinio della Provincia di Brescia e della Regione Lombardia, con la Consigliera provinciale di Parità.


X° Rassegna della MicroEditoria Italiana
9, 10, 11 Novembre 2012
Villa Mazzotti Biancinelli
Chiari - Brescia
Ingresso Libero
Tag:  Chiari, Rassegna Microeditoria Italiana, Brescia, editoria, crisi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni