Nonostante tutto... essere donna è un’arte

Alla Galleria OltreDimore di Bologna, una mostra tutta al femminile tra gratuità del dono e resistenza

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

 
“Vorrei dirvi solo parole piene di rabbia, farvi promesse di vendetta e di violenze inevitabili.
Ve lo meritate. E forse ancora di più, ve lo aspettate. Ne sono sicuro. Come so che siete già pronti a evitare, a neutralizzare, usando tutti i modi leciti e illeciti possibili.
Invece no. Nonostante tutto quello che siete e quello di cui siete responsabili, noi siamo qui che riempiamo il vostro spazio, il vostro tempo e la vostra anima con quello che non avreste mai potuto nemmeno immaginare.
Consideratelo un dono”.
 


Nonostante tutto, l’universo femminile è una dimensione meravigliosa.
Basti pensare allo stupore e alla dolcezza di una donna che sa donare la vita, di quegli angeli del focolare che tra famiglia e lavoro riescono a compiere acrobazie incredibili per sincronizzare i tempi e avere ancora energie da dedicare all’Altro. E ancora, che dire delle donne dedite alla carriera, rimanendo eroicamente in equilibrio tra trattative impossibili e tacchi alti.  

Lo diceva anche Oriana Fallaci, pioniera dalla penna tagliente, che essere donna è “un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai”.

Tuttavia, la meraviglia, il fascino si sommano a fattori che contribuiscono a sporcare tutta questa bellezza. E’ infatti impossibile soprassedere sui fatti di cronaca che negli ultimi anni affollano le pagine dei quotidiani, dimenticare i soprusi e le violenze che ancora tornano dopo secoli di lotte per l’affermazione dei diritti di ogni donna, e restano gravi macchie indelebili introno ai casi in cui la legge e la giustizia arrivano troppo tardi laddove avrebbero potuto fare qualcosa per evitare il peggio.

Questa locuzione, Nonostante tutto, è proprio il titolo della rassegna tutta al femminile inaugurata il 26 gennaio a Bologna, dove cinque giovani artiste hanno interpretato l’idea di resistenza e dono incondizionato mediante il talento creativo.

La mostra, allestita presso la Galleria OltreDimore in occasione di Arte Fiera, si svolge sotto la curatela di Raffaele Gavarro. E, in questo contesto di assoluta intensità espressiva, Maria Crispal, Silvia Giambrone, Chiara Mu, Francesca Romana Pinzari e Francesca Pizzo hanno sperimentato le diverse declinazioni dell’arte per raccontare una prospettiva forte, che si realizza nei gesti, nelle attitudini naturali di ogni donna a donare e donarsi al mondo, manifestazioni di una sensibilità della quale è importante anche solo ricordare il valore fondativo.

La Galleria e gli spazi circostanti si animano così attraverso installazioni, disegni, video eperformance, come le suggestive rappresentazioni interpretate nel corso della serata inaugurale del 26 gennaio, durante la Art City White Night.

In questa sublimazione dell’arte, la mostra si presenta come un canto corale dove risuonano, tra generosità e ostinazione, tracce di donne che intonano l’inno della propria presenza nel mondo e che sono consapevoli di sapere donare anche quando il dono viene percepito come un dovere.


Galleria OltreDimore
NONOSTANTE TUTTO
26 gennaio - 16 marzo 2013
Piazza San Giovanni in Monte 7, Bologna
Tag:  Galleria OltreDimore, Nonostante tutto, arte, condizione donna, violenza, Bologna, Arte Fiera

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni