KAMA. Sesso e Design

La rassegna, curata da Silvana Annichiarico, affronta uno dei temi esasperati dalla società, parlandone in chiave differente e non banale. Fino al 10 marzo 2013 alla Triennale Design Museum

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La Triennale di Milano offre da sempre Mostre interessanti, fuori dagli schemi, originali per gli argomenti trattati e per gli allestimenti.

In questo caso si affronta il tema del sesso, con la Rassegna intitolata, per l'appunto, KAMA. Sesso e Design.

Il percorso, curato da Silvana Annichiarico, analizza il rapporto tra sessualità e progetto, evocando il Dio indiano del piacere sessuale, dell'amore carnale e del desiderio, per fare il punto su uno dei fantasmi esasperati dalla società contemporanea.

Si riportano così i modi  e le strategie con cui la sessualità si incorpora nella materia, animata o inanimata, facendone strumento di conoscenza per chi la progetta e per chi se ne serve.

KAMA. Sesso e Design ha come obiettivo quello di  mostrare oggetti aventi una matrice morfologica sessuale e studiare quanto il sesso si depositi e faccia parte delle cose di uso quotidiano.

Dopo Indipendent. Design Secession e O'Clock, mostre tramite le quali la Triennale di Milano si è interrogata rispettivamente sul rapporto tra il Design e la morte e il Design e il tempo, è arrivato il momento per interrogarsi sul Design e l'istinto di vita, ovvero  la pulsione sessuale di cui ci ha a lungo parlato Freud.

Fulcro della Mostra è l'Atlante anatomico del corpo erotico reificato che rintraccia radici storiche e antropologiche arrivando ai nostri giorni, con 300 reperti archeologici, disegni , immagini fotografiche e oggetti d'uso creati da artisti di fama internazionale.

Sono otto le sezioni visitabili: Archetipi, Priapo, Origine du monde, Seni, Gluteti, Orifizi, Accoppiamenti, Erotic Food Design.

Grazie a esse lo spettatore può andare ben oltre la banale stereotipizzazione delle luci rosse e dei facili scandali.

Sono inoltre presenti le opere di Andrea Branzi, Nacho Carbonell, Nigel Coates, Matali Crasset, Lapo Lani, Nendo, Italo Rota e Betony Vernon: otto progettisti che con i loro lavori  si confrontano con il soggetto della rassegna presentando le proprie interpretazioni tramite installazioni site-specific.
 
Per concludere, all'interno delle sale, si ammirano anche cinque Focus sulle Ossessioni Magistrali di grandi nomi come Alchimia, Piero Fornasetti, Carlo Mollino, Gaetano Pesce ed Ettore Sottsass.


Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6
KAMA. Sesso e Design
a cura di Silvana Annicchiarico
5 dicembre 2012 - 10 marzo 2013
Orari: martedì-domenica 10.30-20.30 ; giovedì 10.30-23.00
Ingresso 8 euro
La mostra è vietata ai minori di 18 anni

Mondo Rosa Shokking in collaborazione con Casa e Arredamento
Tag:  KAMA. Sesso e Design, Triennale, Milano, amore carnale, desiderio, pulsione sessuale, arte, Silvana Annicchiarico

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni