Apollinea. Una doppia personale di due giovani talenti milanesi

Dal 7 novembre al 22 dicembre, presso la galleria Area B di Milano, verrà allestita una mostra fondata sulla ricerca dell’ordine e della razionalità

di Chiara Caretoni

Pubblicato lunedi, 29 ottobre 2012

Rating: 4.2 Voti: 11
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Alice Colombo - Il concerto

Marco Demis - Senza titolo
Apollinea è la doppia personale di due artisti milanesi formatisi all’Accademia delle Belle Arti di Brera, Alice Colombo e Marco Demis
, i quali, nonostante la giovane età, hanno già alle spalle numerose progetti e all’attivo diverse esposizioni.

La mostra, che verrà allestita presso la galleria Area B di Milano, inaugurerà martedì 6 novembre alle ore 18.30 e rimarrà aperta al pubblico dal 7 novembre al 22 dicembre 2012.

Nel termine “Apollinea”, che dà il titolo alla personale, ritroviamo ascendenze puramente filosofiche: fu Nietzsche, infatti, a introdurre il concetto di Spirito apollineo e Spirito dionisiaco al fine di definire e rappresentare rispettivamente la componente razionale e quella emotiva dell’uomo.

Proprio partendo da questi presupposti culturali nasce l’idea di allestire una mostra che dia spazio a due artisti accomunati da una spiccata sensibilità nei confronti dell’ordine e della razionalità, con l’intento, appunto, di celebrare il lato “apollineo” della vita.

Le opere di entrambi sono il risultato di una costante ricerca verso la ratio più totalizzante, che tenta di attenuare il caos che domina la realtà, dove il fine ultimo non è quello di annullare completamente l’istanza dionisiaca, ma anzi, cercare di sublimarla con l’aiuto della ragione.


Alice Colombo - Pensaci bene
Nonostante abbiano intrapreso lo stesso percorso, i due artisti si avvalgono di tecniche completamente differenti: Alice Colombo, infatti, ha adottato uno stile molto personale grazie, soprattutto, all’utilizzo della carta a texture, impiegata solitamente per foderare i mobili antichi, con il supporto del Giglio Fiorentino che lei stessa definisce «l’anima, una base geometrica su cui costruire il paesaggio».

Ogni lavoro di questa artista rappresenta un tassello verso una piena maturità e una presa di coscienza: ciò che viene raffigurato è testimonianza di momenti e situazioni realmente vissuti, nelle quali domina un ambiente complicato e misterioso.


Marco Demis - Ubbia
Marco Demis, dal canto suo, utilizza uno stile più neoclassico, realizzando opere di nudi e di primi piani di figure femminili, le cui forme sono quasi impalpabili, eteree.

L’alone contemplativo di cui si avvolgono i soggetti di questo artista è sensuale, placido, proprio a voler rimarcare la distanza effettiva dalla dinamicità della vita. Tutto ciò è reso possibile anche dagli scenari bucolici e dalla natura incontrastata che conferiscono all’osservatore una tranquillità inaspettata.


APOLLINEA
Galleria Area B,
Via Cesare Balbo 3,
20136 Milano

Orari: lunedì-giovedì 9.30-18.00, venerdì 9.30-17.00, sabato su appuntamento

Tag:  Apollinea, Galleria Area B, Nietzsche, Spirito apollineo, Spirito dionisiaco, Alice Colombo, Marco Demis, Giglio Fiorentino

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni