Al CIAC di Foligno la retrospettiva del fotografo Edward Weston

Dal 16 Dicembre 2012 al 17 Febbraio 2013 si potranno ammirare 110 immagini in bianco e nero per approfondire il percorso "visivo" di questo artista di fama mondiale

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il CIAC, Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno, apre i suoi spazi alle opere di Edward Weston, uno dei più grandi maestri della fotografia del Novecento.

Dal 16 Dicembre 2012 sino al 17 Febbraio 2013 si potranno infatti ammirare alcuni dei suoi più celebri scatti in bianco e nero, per dare una visione approfondita sul suo incessante lavoro di indagine sull'immagine fotografica e sulla modernità della sua visione.

La Mostra, intitolata Edward Weston, Una retrospettiva, è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, e curata da Filippo Maggia.

Nel percorso si troveranno gli approfondimenti sui temi indagati dal fotografo di fama internazionale: dai nudi ai paesaggi, attraverso i ritratti e gli oggetti.

L'opera di Weston è stata spesso paragonata alla pittura e alla scultura, espressione ostinata di una forte ricerca di purezza, nelle forme compositive come nella perfezione quasi maniacale dell'immagine, e dove l'autore indaga gli oggetti nella loro quintessenza per portarli a metafore visive della natura.

Saranno in tutto 110 le immagini in mostra, per ripercorrere la carriera del fotografo dagli anni '20 sino agli anni '40.

Molte delle opere provengono dal Center for Creative Photography di Tucson, e riportano la parte fondamentale del lavoro di Weston: le stampe fotografiche non presentano alcuna manipolazione dell'immagine, e ogni dettaglio, descritto con assoluta nitidezza, definisce la sua idea di perfezione, indagando l'entità stessa della materia e le sensazione che essa è in grado di trasmettere.


Edward Weston, Una retrospettiva
Dal 16 Dicembre 2012 al 17 Febbraio 2013
Tag:  Edward Weston, Una retrospettiva, CIAC di Foligno, fotografia, bianco e nero, percorso

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni