Sette ore per farti innamorare di Giampaolo Morelli

Da triste sfigato senza speranze a brillante Artista del Rimorchio. Possibile? Certo, basta seguire le giuste tecniche d'approccio!

di Carlotta Pistone

Pubblicato lunedi, 11 febbraio 2013

Rating: 3.7 Voti: 10
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Piemme
Paolo in apparenza ha tutto ciò che potrebbe desiderare dalla vita: è un giovane posato di bell’aspetto con una fidanzata perfetta con cui sta per convolare a nozze e una promettente carriera come giornalista per la pagina economica di un famoso quotidiano nazionale. In apparenza, appunto. Perché la realtà con cui si ritrova improvvisamente a dover fare i conti è che Alfredo, il suo capo, per mesi l’ha spedito lontano da Napoli solo per potersi portare a letto Giorgia, la sua futura moglie. Altro che promozione a caporedattore…

Pubblicamente umiliato Paolo si licenzia e finisce nella redazione di Macho Man, a occuparsi di rubriche dedicate alla bellezza e cura del corpo maschile. Caduto in uno stato di totale prostrazioni, il suo già carente fascino ne risente, lasciandogli ben poche possibilità di stabilire un qualunque contatto con l’altro sesso, per non parlare della speranza di riconquistare la sua ex-fidanzata, che ormai fa coppia fissa con il suo ex-capo.

Caso disperato? Sì. Irrecuperabile? No, almeno non per Valeria, una maestra nell’arte della seduzione, maestra nel vero senso della parola. Questa bellissima ragazza tiene infatti un corso in cui insegna teoria e pratica per diventare da sfigati seriali a irresistibili Artisti del Rimorchio. Paolo, senza nascondere il suo scetticismo, comincia a seguire le lezioni in veste di giornalista in incognito, dovendosi i ben presto ricredere. Perché non solo i suoi articoli per Macho Man riscuoto un incredibile successo tra i lettori maschi, ma tutte le regole d’approccio funzionano alla lettera, come lui stesso ha modo di verificare di persona. Grazie a Valeria, quindi, Paolo riesce a ricostruire la sua immagine, a prendersi qualche meritata rivincita e ad avere una seconda chance in amore. Anche se, come gli ricorda la sua insegnate, portarsi a letto una donna in sette ore non equivale a farla innamorare.

Sette ore per farti innamorare inizia con un’avvertenza: “Le tecniche di seduzione riportate in questo romanzo sono tutte vere e funzionano.” Mi verrebbe da domandare a Giampaolo Morelli, l’autore nonché il bel volto della tv che interpreta L’ispettore Coliandro, se prima di scriverle le ha personalmente testate, queste tecniche… Be’, in tal caso non si potrebbe far altro che invidiare le fanciulle da lui prese di mira e, si presuppone, cadute nella sua rete seduttiva. Comunque, a parte questa mio inciso, non c’è una sola pagina noiosa nel libro di Morelli, e le disavventure del protagonista prima, seguite poi dalle sue peripezie in veste di Artista del Rimorchio in erba, sono una più divertente dell’altra.

Lontano dall’essere un manuale di istruzioni, Sette ore per farti innamorare, ha molto della commedia rosa, che non necessariamente deve essere opera di una scrittrice donna per lettrici donne. Anzi, cari maschietti, leggete e imparate, e senza sottovalutare troppo l’intelligenza femminile, che in questo libro viene spesso sacrificata ai fini della comicità narrativa, cominciate a inventarvi qualche fantasiosa SDA – Storiella Da Approccio - per conquistare lei, l’Oggetto Del Vostro Desiderio. Male che vada attirerete su di voi le attenzioni di un sacco di quelle cosiddette Amiche Cozze che le gravitano attorno! 


 
Da oggi a venerdì 
dall'11 al 15 febbraio '13
UNA SETTIMANA DI PRESENTAZIONI
nelle Feltrinelli d'Italia 
partendo da Napoli per arrivare a Milano
 
 
 
5 febbraio '13, Piemme - Glam
pp. 209
prezzo di copertina € 14,50
Tag:  Sette ore per farti innamorare, Giampaolo Morelli, Piemme, Artista del Rimorchio, tecniche d'approccio, Ispettore Coliandro

Commenti

12-02-2013 - 07:43:47 - clara
le storielle da approccio, detti contapekore, li ho inventati io dieci anni fa...
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni