Le Nausee di Darwin di Giordano Boscolo

Un romanzo graffiante e spassoso, l’avventura di due “ricercatori marini” sui pescherecci di Chioggia, alle prese con una nausea che è anche disgusto generazionale per la precarietà del lavoro

di Sabrina Minetti

Pubblicato mercoledì, 25 maggio 2011

Rating: 4.8 Voti: 36
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Autodafé Edizioni
Luca Visentin, cameriere del week end nello sgangherato ristorante Vecchio Carro, teatro di esilaranti gag tragicomiche, e Davide Bisetto, disoccupato, sono costretti ad accettare un improbabile lavorodi ricerca sulle abitudini delle tartarughe nell’Adriatico e a imbarcarsi quotidianamente con i pescatori di Chioggia, uomini semplici, usi a un virile pragmatismo da lupi di mare, ma anche capaci di saggezza, di intuizioni fulminanti e di barlumi di ruvido affetto.

Il continuo beccheggio e le conseguenti nausee di Luca e Davide sono riuscite metafore della precarietà del lavoro e del “rigurgito esistenziale” di una generazione di inesorabilmente scoraggiati, preda di vite senza certezze - progetti di ricerca senza budget, stipendi corrisposti trimestralmente (arriveranno?) -, senza prospettive – impieghi a progetto, poi si vedrà -, senza ruoli – il reclutatore è talmente evasivo che è più facile ricordarsi il suo cappotto verde che il suo nome -, senza sicurezza  – il mare uccide o rischia di uccidere, soprattutto se “semo costretti a pescar sempre più pesse” -, senza possibilità di guarigione – il cane di bordo è afflitto da una piaga che non si rimargina mai -, addirittura senza luoghi – dei protagonisti non vediamo mai la casa, il colloquio di assunzione si svolge in una stazione ferroviaria, il contratto di lavoro si sottoscrive in un bar, i pescherecci sono solo il surrogato di una nave - laboratorio. Persino le tartarughe si dimostreranno refrattarie alla bislacca indagine scientifica che le riguarda.
 
L’ironia spassosa dell’autore, affidata a piene mani ai personaggi e vistosa nel linguaggio come nei dialoghi, è graffiante, acida (il gusto per il paradosso comico ricorda certi scandinavi contemporanei, Paasilinna e  Hotakainen, ad esempio). La disillusione è amara. L’aria di mare, che impiastra tutto, è salata, e solo vagamente romantica. Di dolce c’è poco, ma intenso:  gli squarci di protettiva umanità del burbero comandante Morgan, la disarmante delicatezza d’animo di Dennis, pescator giovane, il maldestro affiatamento fra camerieri avventizi, le chiacchiere complici di Sorriso, fragili baluardi contro l’insinuarsi della nausea cronica.
 
L’intelligenza della trama, la disinvoltura del tratto e certi, inattesi, moti del cuore, svelati e provocati, ci sorprendono e sembrano suggerirci che l’unica salvezza sta proprio nel non farsela passare, la nausea, per non finire come i “venditori di multiproprietà”, così instupiditi dal loro pseudo status da consultarsi via cellulare per scegliere una pizza e da non accorgersi neppure che ai loro piedi, sul pavimento del ristorante si aggirano i topi.
 
Una vecchia signora, di tanto in tanto, fa capolino, apparentemente senza un nesso con il racconto: guarda la scena, beffarda, o enigmatica, o ostile. Forse la sua presenza è solo un omaggio a una persona cara all’autore. O forse è un altro simbolo: è la storia, che guarda se stessa invecchiare, senza evoluzione, in barba alle teorie di Darwin.


Le Nausee di Darwin
di Giordano Boscolo
2011, Antodafé Edizioni
pp. 160   € 15,00


Giordano Boscolo è nato nel 1969 e vive a Padova, dove, fra l’altro, recita e organizza rassegne cinematografiche. È al suo primo romanzo, ma ha già pubblicato vari racconti e la raccolta Plagi mancati (edizioni Nana Gigante).


Leggi le prime pagine del romanzo cliccando QUI


MRS ti invita a L'APERITIVO CON AUTORE:

presentazione del libro di Giordano Boscolo
LE NAUSEE DI DARWIN


(modera Carlotta Pistone)



Martedì 31 maggio, dalla ore 19.00
presso Il Mio Libro - Via Sannio 18, Milano


per info: 02 39843651 - E-mail: info@ilmiolibromi.it
 

Tag:  Le Nausee di Darwin, Giordano Boscolo, Autodafé, precariato, biologia marina, Chioggia, Aperitivo con l'Autore, Il mio libro

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni