Anita Je t'aime di Greta Xella

Una graphic novel dal ritmo incalzante dedicata all’eroina Anita Garibaldi

di Laura Argelati

Pubblicato lunedi, 19 febbraio 2018

Rating: 5.0 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Effequ
Si può riuscire a rendere la storia appassionante e avvincente, sotto forma di graphic novel dal ritmo incalzante e ipotizzando scenari diversi da quelli realmente accaduti? Greta Xella con “Anita je t’aime”, edito da Effequ nella collana Illustri, ne è stata perfettamente capace dando vita ad un volume illustrato in modo davvero gradevole in scala di grigi.

Giuseppe e Anita devono separarsi e lei, armata solo del proprio coraggio e della propria tenacia, intraprenderà un viaggio che la porterà in giro per l’Europa. La sua prima tappa sarà in Germania dove darà alla luce la figlia Penelope. In compagnia della bambina, Anita è determinata a raggiungere la Russi per incontrare il rivoluzionario russo Michail Bakunin, che scopre essere suo fratello.

Saranno tante le sfide che Anita dovrà compiere e tanti gli incontri che segneranno la sua strada: per un periodo si ritroverà separata anche dalla piccola Penelope, giungerà al cospetto di Carl Marx e altro ancora.

La speranza di incontrare l’amato Giuseppe e riunire la famiglia, sarà lo sprone che permetterà ad Anita di non abbattersi mai, di lottare, di affrontare sfide e viaggi anche quando qualcuno tenta di ostacolare il loro ricongiungimento.

Riuscirà la donna nel suo intento? Resta a voi scoprirlo, compiendo assieme all’eroina un viaggio distante dalla realtà ma tanto singolare quanto coinvolgente.


Novembre 2017, Effequ
pp. 130
Prezzo di copertina €15,00
Tag:  Anita je t’aime, Greta Xella, Effequ, Graphic novel, Anita Garibaldi, Giuseppe Garibaldi, Storia, Amore

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni