Intervista a Stefano Giovinazzo, direttore della rivista "Il Recensore"

Giornalista pubblicista, scrittore, editore, direttore responsabile di ben due giornali online, un quotidiano e un settimanale. Conosciamo insieme questo giovanissimo talento, un talento targato classe 1980

di Carlotta Pistone

Pubblicato giovedì, 20 maggio 2010

Rating: 4.1 Voti: 12
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Stefano Giovinazzo

Cosa significa per te essere giornalista e scrittore?
Essere me stesso, essere libero, entrare nelle cose e viverle. La figura da giornalista la interpreto cercando di essere il più politically correct stando sul pezzo e rispettando sempre un equilibrio dei fatti staccato dalle opinioni. Il ruolo di scrittore è quello che mi "svuota la mente", mi libera dalle ansie, mi fa ancora sperare.

Cos'è per te un romanzo?
E' un rincorrersi di eventi, un viaggio nei tempi, una catena di emozioni. E' la vita che scivola sulla carta.

Quando hai sentito di esser stato morso dal talento per la prima volta?
Ammesso che di talento si tratti... sicuramente dopo il percorso universitario il mio primo pezzo firmato su un giornale. Lì ho capito che la strada poteva cominciare, ma dipendeva (e dipende, soprattutto) sempre da me.

Che percorso hai fatto per arrivare dove sei?
Mi sono laureato in Scienze della Comunicazione all'Università La Sapienza di Roma e nel 2005 sono diventato pubblicista dopo una faticosa, intensa ma divertente gavetta sui campi sportivi di Roma. Da lì uno stage per Repubblica.it, poi l'ambizione e il coraggio provare a dir la mia.

Fisso o precario (come stato mentale, non solo come dato di fatto)?
Tendo al fisso perché il precariato, per mia natura, mi rende instabile (anche se più libero di sviluppare la mia creatività).

3 aggettivi per definire L'Italia e gli italiani.
Unica, infantile, opportunista.

Cosa manca secondo te al nostro paese per essere migliore?
Meritocrazia, innovazione (dall'alto), capacità di slegarsi dai pregiudizi.

Cosa significa avere un figlio nel 2010?
La grande emozione, la più bella, si unisce ai pericoli di una società a rischio di estinzione dal punto di vista etico e lavorativo (nel senso vero della parola, esclusi i co.co.co...)

Libro della tua vita?
Aspettando Godot.

Satellite o generalista?
Satellite.

Il tuo rapporto con la politica?
Di non belligeranza. Interesse sulle questioni pratiche, diffidenza sulla politica urlata dell'ultimo decennio.

Il tuo rapporto con la religione?
Solitario. Trovo meditazione nelle chiese durante il periodo mattutino. La religione è comunque un punto di riferimento. E importante.

Tg, quotidiano o informazione su internet?
Tutti e 3, con stili e consumi adeguati al mezzo che si ha a disposizione. Non trascurando la radio nelle ore serali.

Legalizzazione delle droghe leggere o no?
No.

Lavori con più uomini o con più donne?
Senza distinzione. Dalla pur minima esperienza maturata, che si ravviva di giorno in giorno, le donne sono più determinate e creative, gli uomini pratici (forse troppo).

Preferisci lavorare con uomini o donne?
Mi ripeto, senza distinzione dipende dalle persone, dal loro approccio, dalla loro applicazione. E dalla voglia di aderire ad un progetto.

Un progetto per il futuro?
Ce ne sono tanti... Un giornale su un quartiere importante di Roma.

Un sogno?
Mi tengo quello più reale e più intimo. Un altro sogno è vivere a Venezia, tra le calli, i ponti e la laguna.

Un consiglio a chi vuole seguire le tue orme?
Non mi sento in grado di dare consigli, non sono ancora arrivato, anzi... E qualora lo fossi dovrei ancora camminare... Mi permetto di dire: leggete, innovate, tentate. Sul fantastico libro di Mario Calabresi "La fortuna non esiste" c'è scritto "siate artefici del vostro destino": la penso esattamente così.

Un difetto delle donne d'oggi?
E' comune anche agli uomini: la scarsa voglia di lottare e superare gli ostacoli.

Una città dove vivere e lavorare?
Venezia e Roma.

Stefano in 3 pregi e in 3 difetti
Testardo, romantico, ambizioso.


Le riviste di cui Stefano è Direttore responsabile:

- IL RECENSORE

- GHIGLIOTTINA


.. e la casa editrice di cui è Editore:

- EDIZIONI DELLA SERA


Tag:  Il Recensore, Ghigliottina, Edizioni della Sera, giornalista-pubblicista, La Sapienza

Commenti

20-05-2010 - 13:59:00 - Max
E qua scatta il momento invidia.... Un sacco di successi per un ragazzo tanto giovane e bella l'intervista: molto leggera e simpatica. Sono andato a vedere il sito del Recensore e ho visto che si tratta di tutte le ultime novità in libreria. Consiglio a chi piace leggere, di andare a dare un'occhiata perchè ci sono dei suggerimenti davvero interessanti
02-06-2010 - 13:59:00 - Simo78
COmlimenti a Stefano e bellisima l'intervista! Mi chiedo: come fa un ragazzo così giovane a fare così tante cose? Stefano se hai anche una ragazza, sei un MITOOOOOOOOO :-)))
03-06-2010 - 13:59:00 - Stefano
@Max: grazie per i complimenti su Il Recensore.com: è un lavoro quotidiano che sta premiando me e i redattori. Ti consiglio anche il mio nuovo prodotto 10Righe.com un blog... @Simo78 Devo e e voglio essere attivo, mi aiuta a stare bene anche se amo la pace dei luoghi isolati.
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni