Storie e vite di superdonne che hanno fatto la scienza di Gabriella Greison

Un libro dedicato alle donne che hanno fatto la differenza

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Salani Editore
Ci sono avvenimenti, date e persone che segnano in modo indelebile il corso della storia e che rivoluzionano la cultura o la conoscenza  e meritano quindi di essere raccontate per diffonderne il valore e l’importanza.

Tra queste persone, molte sono donne e Gabriella Greison ne ha raccontato le conquiste suddividendo il volume “Storie e vite di superdonne che hanno fatto la scienza” edito da Salani in venti brevi capitoli fatti di nozioni, cenni biografici e curiosità. Ciascuno dei venti capitoli, inoltre, è impreziosito graficamente dai lavori di altrettanti illustratori, tutti uomini.

Venti donne che hanno saputo affermarsi inseguendo i loro sogni di bambine e dando il massimo nello studio, nella ricerca e nella carriera.

Da Teano vissuta nel 500 a.C. affascinata dai numeri, dalla matematica e dal pensiero di Pitagora alla giovane Samantha Cristoforetti che nel 2014 è stata membro dell’equipaggio della missione spaziale ISS Expedition 42/43 Futura; dalla polacca Marie Curie scopritrice del radio e del polonio a Maria Montessori terza donna in Italia ad aver conseguito la laurea in neuropsichiatria dando poi vita a nuove metodologie didattiche.

Venti donne che hanno contribuito all’avanzamento della scienza e del progresso umano grazie alla loro tenacia, passione, dedizione e al loro coraggio di spingersi sempre oltre, superando anche limiti e pregiudizi imposti dal mondo chi le circondava. Superdonne di cui conoscere la storia e le conquiste e soprattutto da cui trarre ispirazione per ricordarsi che niente al mondo è impossibile.


26 ottobre 2017, Salani
pp. 128
Prezzo di copertina €16,90
Tag:  Storie e vite di superdonne che hanno fatto la scienza, Gabriella Greison, Salani Editore, Scienza, Biografia, Illustrazioni, Progresso

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni