La sposa yemenita di Laura Silvia Battaglia e Paola Cannatella

Una graphic novel per raccontare lo Yemen e le sue tante sfaccettature

di Laura Argelati

Pubblicato mercoledì, 21 giugno 2017

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Beccogiallo Edizioni

La reporter catanese Laura Silvia Battaglia attraverso la graphic novel “La sposa yemenita” edita da Beccogiallo racconta il periodo vissuto a Sana’a, in Yemen, avvolta e travolta da tradizioni e contraddizioni.

Un viaggio per studiare l’arabo e conoscere da vicino questo Paese, che ha finito per cambiarle profondamente la vita.


 

Incontri fatti, esperienze vissute, insegnamenti appresi, il fascino di un Paese e di un popolo a cui è rimasta profondamente legata, anche grazie all’incontro con Taha, l’uomo che le ha rubato il cuore ed è diventato suo marito.

 

Dalle tradizioni legate ai matrimoni sino alle dolorose scene di distruzione e morte, l’autrice ci racconta le molteplici sfaccettature di un Paese tanto bello quanto controverso, suddivise in capitoli tematici: i matrimoni, il suo soggiorno in un collegio, le vittime del terrorismo, l’incontro con il più importante sheikh di Sana’a, il traffico di bambini, la conoscenza di Taha, gli attentati suicidi, le donne velate, i rapimenti di stranieri e l’oscura ombra delle Isis.

 

I suoi appassionanti racconti corredati di foto e video sono stati rielaborati da Paola Cannatella che li ha accompagnati da splendide illustrazioni, dando vita a una graphic novel a quattro mani capace di regalare nozioni, riflessioni e soprattutto emozioni.
 



4 maggio 2017, Beccogiallo Edizioni
Pagine: 128
Prezzo di copertina: 16 euro

Tag:  La sposa yemenita, Laura Silvia Battaglia, Paola Cannatella, Beccogiallo Edizioni, Yemen, Tradizioni, Reporter, Cultura

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni