Consigli per il cinema

Glow, la serie dedicata alle Gorgeous Ladies of Wrestling! 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Cos’è GLOW? Un titolo scintillante. Perché? Perché, a suo modo, è coraggioso. Disponibile su Netflix dallo scorso 23 giugno, è ispirato alla storia vera delle Gorgeous Ladies of Wrestling (acronimo: GLOW, appunto) un gruppo di donne che istituirono una versione in rosa della disciplina in cui l’arte di fare a botte si combina con quella pagliaccesca di prodigarsi in gag e lazzi. Sull’argomento era già stato realizzato un documentario; era il 2012 e a firmarlo era stato Brett Whitcomb. Dall’anno...LEGGI

Cocaine Godmother - nelle viscere del male con Catherine Zeta-Jones 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

La televisione, ormai si sa, è la culla di nuove storie che mettono al centro personaggi femminili finalmente non più relegati a ruoli secondari. Ed è anche il luogo d’approdo di elezione per tante dive del grande schermo che, insoddisfatte dalla mancanza di personaggi “corposi”, decidono di veleggiare dove gli sceneggiatori offrono materiale più sostanzioso.  È il caso di Nicole Kidman e Reese Witherspoon (Big Little Lies), di Susan Sarandon (FEUD: Bette and Joan), Jessica Lange (ancora FEUD e ...LEGGI

Alias Grace, L'altra Grace su Netflix. 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

La settimana scorsa, parlando di The Handmaid’s Tale, il sottoscritto, con non poca avventatezza, ha definito Margaret Atwood (autrice dell’omonimo romanzo che ha ispirato la serie) «femminista». La questione è in realtà più complessa: se le opere di Atwood possono essere di qualche motivazione al movimento, e alle donne in generale, la sua autrice ha ultimamente sollevato qualche perplessità sulla sua vicinanza al femminismo, a proposito di uno scetticismo sul #metoo, che a quanto pare non l’ha...LEGGI

Handmaid's tale, la serie... 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Cosa significa interpretare la militanza femminista in una fiction? Significa parametrarsi a quanto accade con Il diario dell’ancella, dieci episodi, di cui è in arrivo una seconda stagione, ispirati al romanzo della canadese Margaret Atwood del 1985. Perché parliamo di femminismo? Perché Atwood (vincitrice del Booker’s Prize con L’assassinio cieco) è una delle voci militanti più interessanti nel panorama culturale contemporaneo. Le sue opere, come L’altra Grace (al centro di una serie di cui p...LEGGI

Collateral 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Cosa significa, oggi, produrre una serie televisiva ambiziosa e affidarla alle (solide) spalle di una protagonista femminile? Non vuol dire cavalcare una tendenza ma accettare definitivamente un dato di realtà – e finalmente:  ruoli che dieci anni fa sarebbero stati assegnati senza colpo ferire ad attori maschi finiscono tra le mani e i talenti di attrici di spessore. È quello che succede con Collateral, la serie britannica di BBC TWO - disponibile su Netflix in Italia. Un racconto in quattro ...LEGGI

Grandi notizie! (La serie prodotta da Tina Fey e ideata da Tracey Wigfield) 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Se la settimana scorsa abbiamo dedicato il nostro appuntamento settimanale a Unbreakable Kimmy Schmidt, è inevitabile non concentrare attenzione su Great News, l’altra serie prodotta da Tina Fey e ideata da Tracey Wigfield, già autrice del meraviglioso 30 Rock (per il quale si è aggiudicata un Emmy).  Negli States va in onda sulla BBC, in Italia su Joi; la serie, come indica vagamente il nome, racconta le (dis)avventure di una redazione telegiornalistica, filtrate dall’occhio di una sua goffa, a...LEGGI

Unbreakable - they’re alive, dammit! 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Ideata da Tina Fey e Robert Carlock (la magica coppia dietro al geniale 30 Rock), prevista inizialmente per essere trasmessa sulla NBC e invece diventata in fretta un prodotto di punta di Netflix, Unbreakable Kimmy Schmidt. Il lavoro di Tina Fey, forse una delle più interessanti autrici e interpreti comiche sulla piazza anglofona, è perfettamente in linea a 30 Rock e a Good News, l’altra serie di cui è produttrice esecutiva: un osservatorio parossistico e colorito sulle bizzarrie e le assurdit...LEGGI

Black Orphan 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Black Orphanè qualcosa che, se glielo consentite, si permetterà di giocare con la vostra mente e i suoi angoli più arrugginiti, senza sacrificare una sana portata di entertainment. La serie - prodotta in Canada e ideata da Ideata da Graeme Manson e John Fawcett -  rappresenta uno degli esempi più interessanti di televisione di qualità, in grado di riflettere con intelligenza sul concetto di identità.   Questo perché la protagonista, la criminale di mezza tacca Sarah (Tatiana Maslany), scopre d...LEGGI

Modern Family 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Ok, non è proprio una serie dedicata soltanto a personaggi femminili ma sarebbe ingiusto non riservare a Modern Family, giunto alla sua nona stagione, lo spazio che merita, perlomeno su questi lidi. In onda da quasi dieci anni sulla ABC, la serie targata 20th Century Fox si è da subito imposta come uno dei bacini più ricchi e diversificati per raccontare le contraddizioni – e le trasformazioni – della famiglia americana contemporanea. La forza dei dialoghi, lo smalto degli interpreti e un’invi...LEGGI

One Day At A Time 0

Women is the New Black, di Giuseppe Paternò di Raddusa.

Non è niente di esaltante, ma si lascia guardare. Si potrebbero sintetizzare così le prime due stagioni di One Day at  a Time (Giorno per giorno), la commedia a episodi prodotta da Netflix ispirandosi alla serie - con il medesimo titolo - trasmessa sulla CBS dal 1975 al 1984.Nel lavoro originale, la protagonista (Bonnie Franklin) era una madre divorziata alle prese con due adolescenti; nell’edizione “contemporanea” le vicende al centro della narrazione sono quelle di un’altra mamma divorziata, P...LEGGI
ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni